Raimondo Lullo. Opere e vita straordinaria di un grande pensatore medievale.pdf

Raimondo Lullo. Opere e vita straordinaria di un grande pensatore medievale PDF

Raimondo Lullo (1232-1316) è una figura poliedrica, difficile da cogliere nella sua complessità. Un autore lontano nel tempo ma di sorprendente attualità, soprattutto nel suo essere uomo del Mediterraneo i cui orizzonti culturali spaziarono dalluna allaltra delle sue sponde e delle sue civiltà. Dopo aver riconosciuto e descritto ciò che le religioni del Libro avevano in comune e in cosa differivano, Lullo cercò di realizzare un dialogo basato non sulla loro uguaglianza, ma su una parità che deriva dalla dignità personale delle parti. Sin dal 1294, egli afferma che gli infedeli sono uomini come noi. Con pochi mezzi a disposizione (leredità culturale condivisa dalle religioni monoteiste e un metodo di sua creazione, dono di Dio e del luogo in cui era vissuto), tenta di promuovere un confronto aperto e disteso con i suoi interlocutori da una posizione chiara e rispettosa della propria identità cristiana e dei valori di cui possono essere portatrici le altre fedi. Latteggiamento di rispetto, di cortesia, di dialogo con laltro/

HERUNTERLADEN

ONLINE LESEN

DATEIGRÖSSE 2.96 MB
ISBN 9788862404280
AUTOR Sara Muzzi
DATEINAME Raimondo Lullo. Opere e vita straordinaria di un grande pensatore medievale.pdf
VERöFFENTLICHUNGSDATUM 07/02/2020

Raimondo Lullo. Opere e vita straordinaria di un grande pensatore medievale: Raimondo Lullo (1232-1316) è una figura poliedrica, difficile da cogliere nella sua complessità. Un autore lontano nel tempo ma di sorprendente attualità, soprattutto nel suo essere "uomo del Mediterraneo" i cui orizzonti culturali spaziarono dall'una all'altra opere e vita straordinaria di un grande pensatore medievale" Raimondo Lullo (1232-1316) è una figura poliedrica, difficile da cogliere nella sua complessità. Un autore lontano nel tempo ma di sorprendente attualità, soprattutto nel suo essere "uomo del Mediterraneo" i cui orizzonti culturali spaziarono dall'una all'altra delle sue sponde e