Machiavelli. Filosofo della libertà.pdf

Machiavelli. Filosofo della libertà PDF

Niccolò Machiavelli è uno dei padri del pensiero politico moderno e i suoi libri - da Il Principe ai Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio alle Istorie fiorentine - continuano ad essere letti, studiati e discussi. Persiste ancora tuttavia il luogo comune di un Machiavelli cattivo maestro, teorizzatore dellopportunismo politico, pronto a giustificare lamoralità del potere e di chi lo esercita. Maurizio Viroli, uno dei maggiori esperti del filosofo italiano, dimostra in questo libro agile e denso quanto questa idea sia sbagliata. Il pensiero di Machiavelli è infatti ispirato a un sincero amore per la libertà repubblicana, vive di un confronto intenso con i classici dellantichità, appare complesso e articolato perché si confronta costantemente con la realtà dei fatti, con lazione politica. Viroli ci introduce così, senza pregiudizi, alla lettura di Machiavelli, restituendoci limmagine di un autore mosso da profonde passioni e, soprattutto, ancora necessario per interpretare il nostro presente.

HERUNTERLADEN

ONLINE LESEN

DATEIGRÖSSE 3.72 MB
ISBN 9788876159084
AUTOR none
DATEINAME Machiavelli. Filosofo della libertà.pdf
VERöFFENTLICHUNGSDATUM 03/06/2020

Dopo aver letto il libro Machiavelli filosofi della libertà di Maurizio Viroli ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà ... Machiavelli e sui temi della libertà, del potere, della Ragion di Stato e della cultura repubblicana. Ospite ... (letteratura e filosofia, storia e sociologia, antropologia e diritto) alla ricerca di nuovi paradigmi di una libertà che non sia più etnocentrica ma interculturale. L’antropologia di Machiavelli vede libertà e necessità, volontà soggettiva e determinazione oggettiva intrecciarsi inscindibilmente, e la sua scienza della politica sfuma perciò spesso in una psicologia dell’agire politico: “La prima condizione per governare l’uomo è quella di capire l’uomo”.